giovedì 20 agosto 2015

LETTERE IN REDAZIONE... CI SCRIVONO ANGELO SICILIANO

Angelo Siciliano 20 agosto 11:09:41
Grazie, Giovanni, per questo travaso di storia e cultura. Alla fine degli anni Ottanta, con alcuni parenti venni a Greci per "Santu Scurciògna" un paio di volte e il paese era ancora vivo e abitato. "Nu ricéscu" ci indicò una casa, che era chiusa da oltre 60 anni, di una famiglia che se n'era andata negli USA. La recita fu pittoresca e impressionante, per lo scuoiamento di San Bartolomeo. Feci delle foto ma erano analogiche. Sono tornato in questi ultimi anni, un paio di volte d'estate, con l'amico Gaetano Caccese, e ho fotografato con la digitale, foto tutte inedite. Il paese bello e pulito, grande dignità, Bellissimi panorami intorno e, tra le case al massimo c'era una mezza dozzina di persone, rientrate da fuori per qualche giorno. Insomma, la memoria è sempre viva!

Nessun commento: